logo cfr

SILENZI E DIALOGHI - ANGELO BONARELLI

SILENZI E DIALOGHI - ANGELO BONARELLI

Questo progetto vuole aprire a nuovi significati uno dei generi fotografici che preferisco, la fotografia di architettura.
Vedere, osservare, passeggiare col naso all’insù, mentre l’occhio si concentra sugli intrecci di forme prodotte dalla luce che si riflette sulle vetrate di edifici moderni, cercando morbidezza da linee fredde e geometriche, ottenendo talvolta composizioni quasi astratte, ma sempre calde e sinuose.
Algidi palazzi si riflettono l’un l’altro quasi dialogando tra di loro, generando sui loro cristalli forme che mutano, quasi avessero vita propria, con il variare delle ore del giorno, della luce, del punto di ripresa. Forniscono così all’osservatore stimoli continui, quasi un giocare a rincorrersi, l’immagine appena rivelata e il fotografo, in una sorta di competizione continua e avvincente.
Skyline di moderni quartieri di città dal tessuto urbano altrimenti tradizionale si offrono cosi, reinterpretati e riscoperti in un gioco di prospettive, verticalità, luci e colori.

Angelo Bonarelli nasce a Tuscania (Vt) il 18 /11/51 ma si trasferisce per lavoro a Civitavecchia (Rm). Affascinato da ogni tipo di tecnologia, ben presto inizia a frequentare un noto negozio di fotografia del luogo e non appena possibile acquista la sua prima macchina fotografica, una Petri MF 1 che diventerà sua compagna inseparabile per anni. Parallelamente allestisce una camera oscura in un vecchio e malandato magazzino preso in affitto, e passa intere giornate a sviluppare negativi e stampare fotografie. Poi la vita e il lavoro decidono diversamente e la passione deve fare posto alla vita reale. Dieci anni orsono, un’altro suo hobby, l’informatica lo reintroduce nuovamente alla fotografia, questa volta digitale, e da allora non è passato giorno senza che almeno una attività legata alla fotografia arricchisse le sue giornate. Osservatore curioso e instancabile, ha sperimentato vari generi che lo hanno arricchito e forgiato fotograficamente. La ricerca dura ancora, l’esperienza non è mai troppa, la voglia di buone immagini è sempre irresistibile. Ama in particolare l’architettura, la fotografia di strada e di viaggio, è stato in Marocco, ad Istambul, Dubai, più volte in India dove ha partecipato, con un gruppo di fotografi internazionali al Kumba Mela 2019 in Allahbad, è attualmente reduce da un viaggio in Myanmar. Durante questi anni ha esposto in numerose mostre personali e collettive, in Italia e all’estero. Vincitore di concorsi fotografici nazionali, ha partecipato ad importanti manifestazioni fotografiche, (Lucca Off 2017, Fotoconfronti Off a Bibbiena 2019 organizzate dal Centro Italiano Fotografia d’Autore), ha partecipato alle attività di varie associazioni fotografiche.