logo cfr

PUNTI DI VISTA

autori vari

PUNTI DI VISTA
Dal 26 Settembre 2020 17:30
Fino al 11 Ottobre 2020 20:30
Postato da Super User
Tags: autori vari

Artiste in mostra:

Sara Camporesi | Federica Di Benedetto | Elisa Mapelli | Silvia Sciarra | Giovanna Scozzese | Paola Tornambè

Sei progetti fotografici al femminile, sei punti di vista sul mondo, ora ironici ora poetici, sempre in qualche modo affettuosi, ideati da altrettante giovani fotografe selezionate tra le finaliste della BiennaleMArteLive 2019, ora proposti per Weekend Fotografici 2020 (Casa della Fotografia Roma).

Non si tratta di semplici scatti, ma di racconti visivi nati e cresciuti in un tempo lungo: le opere in mostra sono  infatti inedite o riviste e ripensate  durante il periodo del lockdown.

Sara Camporesi con L’istante prima di me dedica uno sguardo affettuoso alle persone appena svegliate, quando ancora non hanno indossato l’immagine che proiettano al mondo.

Federica Di Benedetto ci propone l’autoironia un po’ disperata degli autoritratti Quarantine Waltz, realizzati con la complicità della madre durante la quarantena perché ambedue contagiate da Covid19: tra il timore della malattia e la necessità di convivere forzatamente in uno spazio domestico, questo progetto è stata la loro coloratissima via di fuga e la catarsi da ben più gravi tensioni.

Di Fuori Linea Elisa Mapelli scrive: “Ho spesso creduto che le cose simmetriche fossero migliori rispetto alle caotiche forme della natura. Questa convinzione ha direzionato sempre di più la mia ricerca stilistica […] portandomi così ad annullare l’autenticità della porzione di spazio fotografata.”. In questo progetto accetta invece la realtà per quello che è, aprendosi a un mondo piene di linee non combacianti tra loro.

Silvia Sciarra con Frammenti e Paola Tornambé con Cameo si concentrano entrambe su dettagli che, in un modo o nel’altro, devono catturare il Sé e il Tempo, frantumi di immagini catturate da un caleidoscopio e riportate all’essenza.

Giovanna Scozzese presenta  Stato d’Animo, che definisce “la sintesi delle esperienze emozionali e spirituali della vita, spostandosi nell’interiorità più profonda dell’animo umano”.

Questa mostra, nata dalla partenirship tra ArtSharing Roma e MArteLive, offerta come premio della giuria, diventa altro da una mera ripetizione del visto, per essere un ripensamento che porta su di sé le tracce di un cambiamento che ha inesorabilmente coinvolto tutti noi.